25 febbraio 2015

Jeanne D'Arc Living e la Vintage Paint.

Ciao ragazze,
perdonatemi per la lunga assenza, ma sono giorni di lavoro intensi questi. Chi mi segue su Facebook sa qual è il progetto che mi trattiene lontano dal blog e presto lo scoprirete anche voi. Oggi voglio presentarvi la Vintage Paint, marchio nato dalla collaborazione con l'azienda danese Jeanne D'Arc Living, che sta lentamente prendendo piede nel nostro paese. Ho avuto modo di provare alcune pitture e sono rimasta piacevolmente sorpresa. I colori sono deliziosi, le pitture hanno un'ottima resa, inoltre ho scoperto che esiste anche un'intera gamma di cere per trattare e lucidare il legno.


Per usare la Vintage Paint non serve alcun tipo di preparazione, questa chalk paint è densa per essere molto coprente, ma al tempo stesso fluida e facile da stendere. In più, si può passare su ogni tipo di superficie: legno, vetro, stoffa, metallo, pelle, cuoio...


Non serve carteggiare né usare un aggrappante o un primer: scegliete l'oggetto che volete trasformare e poi liberate la fantasia! E' una pittura a base di acqua ed è composta solo da ingredienti naturali, è inodore, atossica e sicura. Cosa volere di più? Si può scegliere fra una palette di 20 colori tutti studiati per armonizzarsi al meglio fra loro: anche chi non è un esperto può creare fantastici abbinamenti senza troppi problemi. Insomma, vi siete accorte che sono entusiasta di questo mio nuovo partner!? ...Ebbene sì! Ho usato queste pitture e ne vado matta! Ora voglio essere anche un pò frivola: avete visto che delizia il packaging? Semplice, elegante e molto vintage proprio come piace a me. Io mi appresto a fare un bell'ordine, non voglio perdere altro tempo. Se volete provarle anche voi, o richiedere maggiori informazioni, scrivete una email a info@vintagepaint.it.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati

www.vintagepaint.it




13 febbraio 2015

Restyling di un vecchio divano.


Ciao ragazze,
oggi voglio mostrarvi il mio ultimo lavoro. Si tratta del restyling di un vecchio divano. L'ho preso tempo fa ed era davvero brutto. Mi riferisco, ovviamente, al rivestimento in pelle color arancio che aveva sullo schienale e sulla seduta. Invece il colore del legno e la sua forma mi hanno fatto innamorare subito ( ...adoro i piedini! ). Vi faccio vedere com'era...


Aveva bisogno di un serio intervento. E così dopo averlo completamente ripulito, ho scelto la stoffa adatta ed ho iniziato a trasformarlo. Il lavoro del tappezziere è davvero faticoso: santo cielo! E' stata dura, ma il risultato è notevole.


Il divano non aveva altri cuscini oltre a quelli della seduta. E così ho pensato di farne realizzare quattro dal mia socia segreta ;) di diverse misure. Due grandi e due più piccoli.



Ho scelto stoffe diverse per i cuscini: donare un tocco di vivacità alla monotonia del "tono su tono" era indispensabile. Così, ho preso anche una stoffa damascata che ho utilizzato al contrario! Sì, avete letto bene. Al contrario. Volevo un tipo di stoffa dal sapore rustico, ma comunque elegante ed il tessuto che ho trovato ( e che mi piaceva davvero molto ) era troppo "brillante" e setoso  per casa mia. Ed allora ho pensato di utilizzarla a rovescio.

- Se avete bisogno di cuscini ( o di altre creazioni in stoffa),  la mia socia segreta può realizzarli per voi. Per info, scrivetemi all'indirizzo di posta elettronica vivreshabbychic@libero.it Anche i cuscini che vedete nel post di oggi sono disponibili nel mio shop! ( Per vedere lo shop, clicca QUI ) -


Non male, che ne dite? Io sono soddisfatta. Adesso ho un bel divano, con bei cuscini, che è in perfetta armonia con tutto il resto dell'arredamento.


Stavo pensando di usare vecchi chiodini da tappezziere per rifinire il lavoro. Non so se avete presente, in pratica sono gli stessi che ho usato per la testiera del mio letto ( Hai perso il post? Clicca QUI ). Sicuramente lo farò, anche se così, con qualche filo che sbuca fuori ogni tanto, mi piace ugualmente...

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Vi auguro un delizio fine settimana e... Restate sintonizzate perchè,  in casa Vivre Shabby Chic, si sta rivestendo la scala interna ( ed io già l'adoro! ). Non perdete i prossimi post!

P.S. Per consulenze d'arredo, informazioni e per scoprire tutti i servizi offerti da Vivre Shabby Chic, scrivete una email a: vivreshabbychic@libero.it





9 febbraio 2015

Dalani, una serata tra amiche.

Buongiorno ragazze,
torniamo, oggi, a parlare di belle tavole, cene e souvenirs per gli ospiti. Voglio mostrarvi cosa ho preparato per alcune amiche.


Partiamo dalla decorazione dell'ambiente: apportare cambiamenti in sala, per la serata tutta al femminile, era di fondamentale importanza. E così, armata di vecchie tavole di recupero, viti ed avvitatore oltre che di pittura effetto lavagna, ho costruito e decorato questa struttura.


Una serata nei toni del colore nero ed oro. Ho, quindi, ideato dei regali molto particolari per le ragazze.


Dopo aver realizzato delle lettere in gesso con le iniziali dei loro nomi, le ho dipinte con la pittura lavagna. Con un cordoncino ho deciso di legare, su ogni lettera, un pezzo di gesso perché, grazie all'utilizzo della pittura lavagna, è possibile scrivere sulla superficie delle iniziali, ma credo siano estremamente deliziose anche adagiate sulle pareti del frigo: la pittura, oltre ad essere lavagna, è anche magnetica!

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Per il centrotavola, ho recuperato una vecchia asse in legno, fiori di ortensia essiccati, fiori di cotone ed ovviamente delle candele color oro. E' stato un piacere organizzare questa cena: chiacchierare, ridere e scherzare come ai tempi dell'università. Sono davvero istanti impagabili. E voi? Cosa aspettate? Organizzate una serata fra donne e divertitevi a sorprenderle. Siete a corto di idee? Allora vi do un consiglio: andate a curiosare sul sito Dalani, c'è una sezione dedicata proprio ad eventi di questo tipo. Troverete tantissime idee su come organizzare una perfetta serata fra amiche. Consigli su cosa cucinare ( con le relative ricette ), quali film vedere, suggerimenti su cosa non deve assolutamente mancare in casa e sulla tavola per rendere la serata indimenticabile.

ph DALANI
Io mi sono lasciata ispirare ed è stata davvero una piacevole sorpresa trovare tanti fantastici consigli. Vi lascio, in basso, il link di collegamento al sito che sicuramente vi tornerà utile.


 "Dalani - serata fra amiche", leggi QUI


www.dalani.it

Dalani Social: 
 Facebook - Pinterest - Twitter e scarica l'App di Dalani ( clicca QUI )


Buon inizio di settimana!




6 febbraio 2015

How to learn calligraphy: Esercizi di calligrafia.

Ricordo di aver già scritto un post sulla Calligrafia ( vai QUI ). Inutile negarlo è un'altra cosa che mi appassiona. Ho salvato alcune immagini scovate online ed ultimamente ho iniziato ad esercitarmi un pò. Sarà difficile raggiungere in breve tempo dei risultati soddisfacenti, ma in fondo che fretta c'è? Inoltre ho scoperto che è un ottimo modo per rilassarsi... Una bella penna stilografica ( vi confesso che sto cercando già da qualche giorno alcune attrezzature più tecniche ), inchiostro e via... Si inizia!


Non credo che smetterò di occuparmi di arredamento di interni per iniziare a scrivere lettere con antiche calligrafie, però ammetto che può tornarmi utile esercitarmi e saperne di più. Immaginate magari una semplice cena fra amici, volete scrivere un invito originale? Ecco che ci torna subito utile saper usare una stilografica in modo artistico!


Per riuscire ad ottenere risultati decenti c'è bisogno di molto esercizio. Questa settimana, reclusa in casa con la febbre alta, ho avuto modo di documentarmi. Ho trovato testi, video tutorial, manuali e quaderni per poter iniziare le esercitazioni. Trovo il tutto molto affascinante.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati

Vi lascio, in basso, il link di un sito che ho scoperto e che può tornarvi utile se, anche voi, volete saperne di più sulla tecnica calligrafica.

Julie Blanner, clicca QUI e QUI




Buon divertimento!





2 febbraio 2015

Invecchiare il legno: una ricetta homemade.

Oggi parliamo dell'invecchiamento del legno. Quando dobbiamo realizzare un lavoro in casa, noi amanti del trasandato chic e del vintage, abbiamo necessità di utilizzare alcuni materiali dal carattere prettamente "vissuto". Non sempre, però, abbiamo a disposizione delle tavole di legno vecchio, usurato e macchiato dal tempo; spesso dobbiamo forzare un pò la mano ed ancor prima di realizzare ciò che ci serve ( un tavolo, uno sgabello, un piano di lavoro per il giardino, ecc ecc ) dobbiamo trattare la superficie che andremo ad utilizzare per il nostro progetto. In commercio ci sono mordenti, impregnanti ed altri prodotti che possono aiutarci. Oggi però voglio indicarvi una ricetta homemade.

Credits
Cosa ne dite di provare con del tè nero, aceto e paglietta metallica? Dunque, il primo step prevede una carteggiata per lisciare il legno che andremo ad invecchiare. Nel frattempo, mettiamo la paglietta in ammollo nell'aceto e lasciamola per qualche giorno. Step due: portiamo in ebollizione il tè nero e con un pennello stendiamolo sulla superficie. Successivamente passiamo l'aceto. Il tè contiene acido tannico che reagisce con l'aceto scurendo il legno. Se non avete raggiunto la tonalità che desiderate potete dare una seconda mano e poi lasciare asciugare. Terzo step: quando l'intera superficie sarà completamente asciutta, rifinite ed impermeabilizzate con una passata di cera neutra.

Credits
Inutile dire che anche in questo caso Pinterest mi è venuto in aiuto: cercavo qualche prodotto alternativo che potesse aiutarmi ad invecchiare il legno donando la giusta tonalità di cui avevo bisogno. Sono da giorni, influenza a parte, in faccende affaccendata. Vi do qualche indizio: pittura lavagna e legno invecchiato... Stay Tuned!



Buon inizio di settimana!