29 settembre 2014

Open Shelving in cucina: la mia parete attrezzata.

Chi mi segue anche su Facebook avrà capito, da tempo, che ho una passione smisurata per le mensole. Potevo, forse, progettare la mia cucina senza un open shelving? Ovviamente no! ...Ricordate il post dedicato ai reggimensole fai da te? ( Leggi QUI ) Bene, ecco svelato il mistero: li abbiamo usati per realizzare la mia fantastica parete attrezzata.


Volevo delle mensole particolari ed era importante per me che potessero seguire la parete per intero. Per averle della giusta misura ho pensato di usare le tavole ( in avanzo ) del pavimento montato in camera da letto. Mi sono limitata semplicemente a pitturarle ed accoppiarle ottenendo così mensole larghe 30cm e lunghe circa 2m.


Ho deciso di tenere rivolto verso l'esterno del muro il lato ad incasso delle tavole; mi piace che le mensole abbiano una qualche particolarità e credo che questa scelta sia stata davvero azzeccata perché più le guardo e più mi piacciono. Quando si realizza una struttura come questa si deve però valutare tutto. Non solo l'estetica, ma anche il peso che si andrà a caricare. Ho messo sulle mensole servizi di piatti in porcellana, servizi di bicchieri, alzate, tazze… Insomma il peso è davvero notevole. Io e Davide abbiamo fatto un rapido calcolo ed abbiamo deciso di posizionare un reggimensola ogni 40cm  circa così posso stare tranquilla. 

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
E' una parete di un'utilità unica. Ho tutto a portata di mano soprattutto mentre cucino. Lo so, so cosa state pensando: "Con la polvere come fai?". Bè, esiste quel meraviglioso elettrodomestico chiamato lavastoviglie; in più, ho la fortuna di avere una carinissima ragazza che, una volta a settimana, viene ad aiutarmi. Il problema è dunque risolto! ^_* 


P.S. Per consulenze d'arredo, informazioni e per scoprire tutti i servizi offerti da Vivre Shabby Chic, scrivete una email a: vivreshabbychic@libero.it

26 settembre 2014

Uno specchio ed altri tesori: barattare, che passione!

Non credevo che il post sulla Fiera del Baratto potesse suscitare tanto interesse: è stata una grande sorpresa per me. ( L'hai perso? Clicca QUI ). Ed allora oggi, come promesso, vi mostro le foto degli oggetti che ho preso barattando alcune cianfrusaglie che avevo in giro per casa.


Devo dire che questo specchio è stato il baratto migliore! Fortuna o destino? ;) Lo trasformerò ed ho già scelto dove posizionarlo.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Ho preso anche un servizio da 6pz di bicchieri a calice ( nella confezione originale intatta ); un cestino, una vecchia scatola in latta, una cornice, una zuccheriera, una ciotola di porcellana... Insomma sono tornata a casa con un bel bottino. C'è, però, un piccolo neo. Anche se l'organizzazione della fiera è stata impeccabile ( tante ragazze a lavoro, banchi divisi per settore - abbigliamento, oggetti per la casa, giocattoli, … ecc ecc - ), non ho  fotografato l'allestimento dell'evento perché, credetemi, non era granché. Sicuramente la Fiera del Baratto è stato un momento di condivisione, di incontro e soprattutto un evento di grande utilità, ma per noi che amiamo i mercatini francesi, bè... Non c'è paragone che regga! Tuttavia Arpino è un luogo incantevole e ricco di storia. Non avevo mai avuto la fortuna di vedere il centro storico. Posso dirmi, quindi, doppiamente soddisfatta: sono tornata a casa con tanti tesori fra le mani e con il ricordo di un posto affascinante che sicuramente tornerò a visitare!





24 settembre 2014

Ispirazioni Autunnali Home Decor.

Siamo già in autunno. Come vola il tempo e come passano gli anni. Pensi di essere sempre bambina ed invece ad un tratto eccoti che hai 30anni e più! Meglio non pensarci. ;) Oggi vediamo qualche immagine d'ispirazione autunnale per arredare la casa.


Quando le giornate diventano più corte e comincia ad essere freddo noi iniziamo ad indossare vestiti pesanti ed anche la casa cambia "abito". Probabilmente non ho mai dato troppa importanza all'autunno perché già dai primi giorni di ottobre vivo pensando al Natale. Lo sapete. E non credo di essere l'unica, vero? Il Natale è un periodo davvero meraviglioso, come si fa a non attenderlo con ansia?! Oggi, però, voglio dedicare questo post interamente all'Autunno.


In fondo non è forse questo il periodo in cui iniziamo a coccolarci con tazze di cioccolato caldo e con i primi acquisti di indumenti pesanti?! Io, invece, preferisco regalarmi qualche nuovo arredo.


Come potete vedere, in questo periodo ( e non a caso! ) le zucche vanno per la maggiore. Io non le amo particolarmente, però pitturate di bianco potrei anche sopportarle! ;) Voi cosa ne pensate?

Credits
Perdonate la mia assenza di lunedì. Stavo facendo ultimare alcune piccole modifiche al blog ( … Le avete notate? … Iniziamo una caccia alle modifiche!? Vediamo chi le indovina! ;P ) Vi racconterò, nel prossimo post, della Fiera del Baratto… Io, ovviamente, ho fatto grandi, grossi affari! ;)





19 settembre 2014

Fiera del Baratto, un evento da non perdere.

Questa domenica, 21 settembre, sarà una giornata particolarmente interessante per me. Ho ricevuto l'invito per partecipare ad un evento singolare e meraviglioso al tempo stesso: la Fiera del Baratto. Di cosa si tratta? Semplice. Dovrò recarmi in piazza portando con me quello che non utilizzo e che, soprattutto, non mi serve più. Una volta arrivata, i miei oggetti ( che dovranno essere in buono stato oltre che puliti e funzionanti ) verrano valutati e per ogni singolo pezzo verrà assegnato un buono-valore pari ad uno. Potrò così ottenere tanti "buoni" quanti sono i pezzi che consegnerò e per ognuno di questi mi porterò a casa un altro oggetto. Un vero e proprio baratto, in sintesi.

Credits
Inutile dire che la curiosità è molta. E' la prima volta che partecipo ad un evento simile e, per me che amo i mercatini dell'usato e del brocante in genere, è un appuntamento imperdibile. Chissà magari, se la fortuna mi assiste, riuscirò anche a scovare qualche bel tesoro: io lo spero! Non temete porterò la mia reflex, farò molte foto e poi vi racconterò tutto…

Per info sull'evento chiamare il numero 0776.848535

Buon fine settimana, Brocante, anche a voi! ;)





17 settembre 2014

Centerpiece: idee facili per decorare la tavola.

Torniamo a parlare di decorazioni per la tavola. Oggi voglio mostrarvi alcune idee interessanti per realizzare centrotavola facili e di grande effetto. Con l'arrivo dell'autunno ( e, fra non molto, del Natale… ), non so voi, ma io ho una gran voglia di mettere ovunque luci, candele, fiori… E quando si ha la possibilità di farlo per impreziosire una tavola imbandita di ottimi cibi, non posso proprio trattenermi. I colori che prediligo sono tenui e delicati. Il Bianco in primis. Per quanto riguarda la mia scelta dei fiori: Gypsophila!


Con un minimo di manualità possiamo creare decorazioni semplici e ricercate al tempo stesso. Munitevi di oggetti vintage: scatole in latta di recupero, gabbiette arrugginite, vecchie cornici e lavorate di fantasia. Il contrasto fra il bianco della gypsophila e la ruggine dona alla nostra tavola quel tocco vintage chic che ci piace tanto.


Per creare la giusta atmosfera, con un centrotavola elegante, utilizziamo candele e luci. Possiamo inserirle dentro piccoli vasi in cotto o in vetro. Anche le candele galleggianti in contenitori trasparenti con acqua e petali di rosa possono diventare un decoro semplice e raffinato. La soluzione "candele" offre infinite possibilità. A volte,  io mi limito semplicemente a posizionarle al centro della tavola decorandole con pagine di vecchi libri e cordoncino.


Nei mercatini dell'usato potete scovare tesori utili per allestire una bella tavola. Molti oggetti in metallo, come vecchi bicchieri, vassoi o piatti, posso tornarci utili. E perché non utilizzare cestini in ferro? ( Vedi QUI ). Scegliete l'oggetto che preferite, posizionatelo sul tavolo e decorate con fiori ( secchi o freschi non fa differenza ), candele o/e luci ( in commercio esistono anche lucine a batteria che non necessitano di corrente elettrica ) e particolari retrò ( vecchie chiavi, cornici, libri… ).


Un abbinamento che amo in maniera particolare è il colore candido della porcellana con dettagli vintage. Un'idea deliziosa è quella di utilizzare vasetti con erbe aromatiche, avvolti con pagine ingiallite di vecchi libri ed inserirle in piccole zuppiere di porcellana.

Credits
Quest'ultima immagine è una delle mie preferite in assoluto. Amo le vecchie porcellane e poi il bianco rende tutto estremamente elegante. Armatevi di pazienza e fantasia ed iniziate anche voi a decorare la tavola. I vostri ospiti ne saranno felici!

Per altri post con consigli sul Table Setting e sulla Decorazione della Tavola, leggi QUI e QUI.







15 settembre 2014

Un nuovo bancone per la mia cucina.

In cucina, si sa, lo spazio non è mai sufficiente. Pur avendo in mente una cucina di circa 50mq in open space con più piani d'appoggio e di lavoro, con mensole e cassetti oltre che sportelli, ho comunque deciso d'avere anche un bancone che possa dividermi lo spazio fra piano cottura e la mia parete attrezzata.

 
Per averlo mi è bastato modificare un vecchio tavolo dalle dimensioni modeste. Credo d'averlo desiderato più per un capriccio estetico che per necessità. Però ora che ce l'ho, me lo godo. ;) Ho aggiunto un ripiano in basso utilizzando tavole di recupero che ho unito e poi fissato alla base della struttura. Le ho carteggiate ( in realtà ho carteggiato l'intero tavolo cercando di riportarlo quasi a legno grezzo ) e stuccate. Una volta asciutto lo stucco ho carteggiato ancora e poi ho utilizzato una spazzola con denti di metallo per praticare volutamente righe e graffi sulla superficie.

  
Terminato questo passaggio, ho passato del mordente color noce chiaro sul ripiano aggiunto in basso ( il piano d'appoggio superiore, invece, l'ho lasciato del colore naturale che è riaffiorato dopo averlo carteggiato ). Ho steso della cera decorativa bianca a riempire fori, buchi e graffi ora presenti sulla superficie. Lasciato asciugare per 15minuti, ho terminato con una passata di cera neutra. Con un panno di cotone ho poi lucidato bene. Le gambe, invece, mi sono limitata a pitturarle di un bel bianco opaco ed ho provveduto a shabbare vistosamente. Ho impreziosito il mio bancone con pomelli vintage acquistati in un mercatino delle pulci francese visitato qualche anno fa ( della serie " compro tutto quello che mi piace, quando vado in giro, tanto prima o poi lo userò! - buona la scusa, no? " Eheh… ). Sei i pomelli, in totale, posizionati sui lati corti della struttura. Belli ed arrugginiti quelli in ferro e tutti diversi fra loro; alcuni invece più piccoli e di legno: una vera chicca! Li utilizzerò per appendere strofinacci, presine, erbe aromatiche essiccate o qualunque altra cosa mi venga in mente e possa tornarmi utile durante le mie acrobazie culinarie!


La semplicità di questo progetto è davvero notevole. Con poco si riesce a cambiare destinazione d'utilizzo ad un mobile e ad adattarlo perfettamente alle nostre necessità in casa.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Quindi ragazze, se avete bisogno di un altro piano di lavoro in cucina, per preparare le vostre squisite pietanze, non disperate! Con una spesa davvero minima ed un po' di fantasia, ecco trovata la soluzione perfetta per voi.


P.S. Per consulenze d'arredo, informazioni e per scoprire tutti i servizi offerti da Vivre Shabby Chic, scrivete una email a: vivreshabbychic@libero.it

12 settembre 2014

Home decor: Cestini industrial vintage handmade.

L'arredamento, si sa, è una passione/dipendenza che ho. Sono anni che è il mio pensiero fisso sempre ed ovunque. In giro per negozi, la mia attenzione è carpita dagli allestimenti delle vetrine più che dai prodotti in vendita; sono al cinema e, invece di seguire la storia del film, comincio a pensare:" Che bella quella porta! Wow, fantastico il divanetto, lo voglio prendere così anch'io. Uh, toh è la sedia che sto cercando per quella cliente… ". Insomma, avete capito: non ci sono né rimedi, né cure. E questo è un fatto. Ultimamente, chi mi segue su Facebook e Pinterest avrà notato che un'evoluzione di stile sta avvenendo. Crescendo si cambia e probabilmente cambiano anche i nostri gusti. Mi riferisco principalmente allo stile industriale ( ne parlo anche QUI ) che da un pò affascina e condiziona le mie scelte ( per non parlare del Nordico! ;).


Metallo e ferro, forme lineari ed oggetti di decoro unici. A questo proposito, oggi voglio mostrarvi l'ultima idea nata in casa Vivre Shabby Chic: cestini industrial vintage. Le lettrici più attente e curiose ;) avranno notato che sono disponibili, alcuni modelli, da tempo nel mio shop. Ne ho realizzati molti e confido di inserire presto tutti i modelli su Depop. Mi diverto a creare arredi e decori per casa. Se c'è una cosa che proprio non posso evitare è questa: costruirmi da sola quello che mi piace. ( E quello che piace anche a voi! Ho ricevuto molte richieste e questo mi rallegra. Grazie! ). Sono tornata all'utilizzo del filo di ferro e, in aggiunta, ho usato la rete metallica ( era capitato anche per le gabbiette, ricordate? Vedi QUI ): le mani doloranti, ma un gran bel sorriso al termine di ogni cesto. 


Alcuni li ho impreziositi aggiungendo una bella etichetta, dipinta con pittura lavagna, in modo da poter cambiare sempre la scritta ed utilizzare il cesto in cucina ( per i tovaglioli, per le uova, per le posate… ), ma anche altrove. Magari in bagno ( per gli asciugamani, per i saponi… ) oppure in camera dei ragazzi ( per i giochi, per le matite, per i quaderni… ). Ogni cesto può tornare utile a secondo delle nostre necessità. 


Il mio, ad esempio, è in bella mostra sulla "parete attrezzata" che ho ideato per la cucina. Lo utilizzo principalmente per contenere runner ed a volte lo uso per portare in tavola bicchieri, posate e tutto l'occorrente per apparecchiare. Davvero indispensabile!


Buon WE, Ragazze. A lunedì!



10 settembre 2014

Partner: Rintal, scale in legno dal 1974.


Oggi voglio presentarvi un'azienda leader nel settore delle scale in Italia e nel Mondo. Sin dal 1974 Rintal progetta e produce soluzioni d'arredo per scale da interno e non solo: ringhiere e rivestimenti per scale in muratura, soppalchi, parquet e scale per esterni. Nel corso degli anni Rintal è diventata laboratorio di ricerca costante, progettazione ed innovazione di tecnica e di design.


Il gruppo Rintal è formato da più di 500 addetti che operano in un sistema produttivo all'avanguardia capace di soddisfare più di 15mila ordini all'anno. In Italia è presente con più di 70 show room e 120 professionisti del Salire, costantemente a disposizione del cliente. All'estero, Rintal opera nei principali paesi ( Europa - America - Asia ) tramite filiali dirette e distributori qualificati.


Le scale Rintal sono conosciute ed apprezzate in tutto il mondo per il design e per la modularità; concetto, quest'ultimo, che ha permesso la realizzazione di prodotti comodi e capaci di ottimizzare lo spazio valorizzando l'ambiente. Oggi, però, l'azienda ha ideato una filosofia alternativa nella progettazione delle scale. La Rintal Stair Systemun nuovo sistema che permette di modificare il progetto iniziale della scala giocando con i materiali, con le forme ed i colori sino a creare la migliore soluzione che possa soddisfare tutti i gusti e le esigenze del cliente. 



La materia principale impiegata per la realizzazione dei prodotti Rintal è ovviamente il legno. L'azienda è da sempre impegnata nel rispetto di questa fondamentale risorsa ambientale operando con un processo produttivo certificato. I prodotti Rintal sono costantemente sottoposti a verifiche strutturali dalla fase di approvvigionamento del legno sino al suo trattamento per mezzo di vernici atossiche a base d'acqua, nel massimo rispetto dell'ambiente. I componenti in ferro, invece, sono trattati con vernici epossidiche altamente resistenti alle sollecitazioni termiche ed all'azione degli agenti atmosferici.

    

Ultima novità dell'azienda è la sezione dedicata alla Sicurezza. Rintal Home Casa Sicura  è la nuova divisione del gruppo Rintal dedicata alla sicurezza delle abitazioni e delle persone che vi abitano. Grazie ai sistemi ideati è possibile proteggere appartamenti e ville con sistemi innovativi antieffrazione, antiproiettile ed ignifughi. Le soluzioni, offerte da Rintal, permettono di proteggere le abitazioni da furti, scassi e rapine ed offrono progetti su misura per soddisfare ogni richiesta. 




Insomma, non solo scale con design eleganti e personalizzabili, ma anche messa in sicurezza delle nostre abitazioni. Vale la pena fare un giro sul sito e chiedere qualche informazione in più. Se siete interessate, vi lascio in basso tutti i riferimenti ed i contatti. Io son giorni che navigo sul loro sito ed ancora non ne ho abbastanza! ;)

Via Traiano Imperatore, n°6
47122 Forlì - Italy


Filiale Roma Est:
Via Montenero Sabino, 34
Settecamini

Contatti di Riferimento in Filiale:
Sig.ra Valentina Tuccillo
Tel: 06.41293042 
Fax: 06.41234380

Email: giampiero.fiore@rintal.org
Cell: 348.7412198


Rintal sui Social:

Facebook QUIQUI e QUI



8 settembre 2014

Reggimensola "Fai da te": un bel risparmio.

Non ditemi che, in casa, non avete mensole perché non vi crederei. Io nella mia "nuova" zona giorno ne avrò! Quando mi è venuta in mente l'idea, ho iniziato a curiosare sui vari prezzi e materiali per i reggimensola. Ne avevo trovati alcuni carini in ferro battuto, modesti e poco costosi ( 1.50 euro cad. da Brico ) però anche poco resistenti. Ho cercato altre tipologie  ( lo sapete, prediligo il legno ), ma facendo un piccolo calcolo mi sarebbero venuti a costare quasi più delle mensole stesse. Ed allora cosa si fa in questi casi? Ci si ingegna, ovvio. Ho utilizzato legno di recupero ed ho costruito da sola i miei reggimensola. Quando dico sola, naturalmente, intendo dire insieme al mio fidato braccio destro Davide! In base alle misure delle mensole, ho disegnato un prototipo su carta, l'ho riportato sul legno e poi con il seghetto alternativo abbiamo tagliato i vari pezzi.


Terminato di tagliare, ho carteggiato i pezzi per renderli ben lisci al tatto.

Con colla e viti ho fissato il tutto, poi ho stuccato e carteggiato ancora.


Una mano di mordente, due passate di pittura bianca ed infine un po' di cera neutra...

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Ed ecco i miei nuovi reggimensola. Sapete quanti ne abbiamo realizzati? Oltre quaranta. Lo so, so cosa state pensando. A cosa mi serviranno? Curiose eh?! ;) ...Bè, per scoprirlo, non vi resta che attendere i prossimi post... ;) Buon inizio di settimana a tutte!






5 settembre 2014

Il mio Shop su Depop.

Oggi voglio parlarvi del mio Shop. Ne avevo fatto riferimento anche QUI, ma adesso voglio dedicare un intero post a questo mio nuovo progetto. L'idea del negozio nasce principalmente dalla necessità di fare spazio. Ho molti oggetti, nel mio laboratorio, che sono in cerca di casa e pian piano mi sono ripromessa di fotografarli tutti e metterli disponibili online.

 

Cos'è Depop? E' presto detto. Si tratta di una straordinaria Applicazione da scaricare sul telefono. La velocità con la quale si può vendere un oggetto ed avere contatti altrettanto rapidi con chi vuole acquistare credo sia insuperabile. Io mi sono iscritta e dopo pochi secondi ero già on-line. E' bastato scattare le foto, caricarle, aggiungere una breve descrizione dei prodotti e lo Shop era aperto!

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Ho inserito prodotti di ogni tipo: piccoli mobili, sedie, oggetti vintage, decorazioni per le feste, per la tavola ed ogni giorno posso caricare nuovi items. Per chi non ha la possibilità di installare l'applicazione sul telefono, ma vuole comunque andare a curiosare nel mio negozio, lascio in basso il link. Con un semplice click sarete all'interno dello Shop.


Per visitare lo Shop clicca QUI

Ho deciso di donare al mio shop quel gusto vintage e retrò che tanto mi caratterizza. L'idea infatti è proprio quella di renderlo simile ad una vecchia bottega di paese dove si può trovare di tutto. Ed a questo proposito voglio informarvi che ogni mia creazione può essere personalizzata: potete scegliere voi il colore, le dimensioni, i tessuti, i materiali, ecc ecc. Per qualsiasi informazione, comunque, non esitate a scrivermi una email al seguente indirizzo di posta elettronica: vivreshabbychic@libero.it oppure, se lo desiderate, potete inviarmi un messaggio WhatsApp al numero 320.8177873 ed io sarò felice di rispondervi!




3 settembre 2014

Partner: Rubner Haus, case in legno.

Chi di noi non ha mai sognato, almeno una volta, di abitare in una casa di legno? Vi confesso che io l'ho desiderato spesso. Ed allora, oggi, voglio portarvi nel prestigioso mondo dell'azienda Rubner Haus, leader in Italia per le abitazioni in legno.


Rubner Haus si avvale dell'esperienza e delle conoscenze maturate in 50 anni di attività nel settore delle costruzioni in legno nonché nell'ambito dei 15.000 progetti realizzati e delle ricerche condotte dal Laboratorio Rubner. All'interno dei propri laboratori, Rubner Haus studia costantemente nuove tecnologie e valuta il comportamento del legno in condizioni estreme. Da qui, costruzioni antisismiche ed antincendio. Le case Rubner sono realizzate con materiali ecologicamente pregiati, provenienti dalla natura e prodotti con un minimo dispendio di energia primaria. Ovviamente il protagonista assoluto è il Legno. Perché scegliere il Legno? E' una materia prima rinnovabile ed aiuta a salvaguardare l'ambiente. E' una materia a lunga durata per una casa in cui potranno godere anche figli e nipoti. Inoltre, il Legno ha ottimi valori di isolamento termico per risparmiare energia e costi di riscaldamento.


Cosa ne pensate? Non sono forse meravigliose queste costruzioni?! Se siete alla ricerca della vostra casa dei sogni, bè... L'abitazione in legno potrebbe essere una valida alternativa. Vi lascio in basso tutti i contatti; andate a curiosare sul sito ( clicca QUIQUI ) e per ulteriori informazioni vi consiglio di contattare direttamente l'Azienda.

Via Morettini, 16
I-06128 Perugia


Telefono: 392.5231648 
Email: gianmario.mariniello@rubner.com

Rubner Haus sui Social


1 settembre 2014

Settembre: l'avventura ricomincia!

Buongiorno e bentrovate!
Il mese di agosto è volato ed ora eccoci di nuovo, qui, tutte assieme. Sono felice di ritrovarvi, di ritrovarci. Come avete trascorso questo periodo? Vi siete riposate? Rilassate? Avete visitato posti meravigliosi? Raccontatemi... Noi, in casa Vivre Shabby Chic, ci siam dati da fare. Abbiamo disegnato e progettato spazi, abbiamo buttato giù muri, mattonelle ed una scala, abbiamo carteggiato legno poi pitturato e carteggiato ancora, abbiamo costruito mensole, tagliato mobili, stuccato fori...


Ci sono stati anche momenti di relax. Abbiamo viaggiato e visitato posti nuovi, abbiamo scovato negozi e mercatini interessanti, abbiamo vissuto emozioni intense ed abbiamo promesso di tornare in quei luoghi che proprio non riusciamo a dimenticare.

E' stata un'estate piena. L'avrete intuito. Non ci siamo fermati neanche per un secondo. Ed ora si riparte, qui, sul blog. Sarà una stagione intensa questa. Ho avuto la fortuna di conoscere persone interessanti per il mio lavoro, ho stretto nuove amicizie e programmato nuove collaborazioni. Ho anche aperto un piccolo Shop online ( lo so, non era previsto questo genere di negozio, ma l'altro è ancora work in progress... ) su Depop. Conoscete questa applicazione? Se no, scaricatela sul vostro telefono e correte a cercarmi! Mi trovate digitando il nome vivre shabby chic nella sezione di ricerca Utenti. Per chi non è pratico di applicazioni&co, nessun timore. Potete visitare il mio shop anche dal pc, vi lascio il link in basso.


Per curiosare nello Shop, clicca QUI


Probabilmente ora sono più stanca di prima. Sicuramente mi capiterà di addormentarmi davanti al computer mentre scrivo e programmo posts, ma sono felice. Felice di aver portato a termine progetti ideati da un pò e messi in stand-by per mancanza di tempo. Le ferie servono soprattutto a questo, no?!

Foto VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati

Bene allora, ci siamo. Settembre: l'avventura ricomincia! Io sono pronta e voi!?