25 luglio 2014

Buone Vacanze!

Care Ragazze,
è arrivato il momento di salutarci. Vivre Shabby Chic chiude per le vacanze estive; quest'anno con qualche giorno di anticipo lo so, ma è necessario. Manca poco ad agosto ed io ho un gran bisogno di riposo. Ovviamente in questo mesetto, oltre a riposare e girovagare, lavorerò per riprendere a settembre alla grande. E' stato un periodaccio quest'ultimo, ma spero di rimettermi in forma prestissimo.

Ph VIVRE SHABBY CHIC - All Rights Reserved

Ci ritroviamo a settembre, dunque! 
Buone Vacanze, riposatevi. Io, giuro, lo farò.

P.S. Comunque ci sentiamo su Facebook, eh!? ^_*




23 luglio 2014

Interior Design Inspiration: Annetteshus.com

Buongiorno,
Pinterest è una fonte inesauribile di idee preziose per arredare casa. E proprio attraverso alcuni pin ho scoperto questo sito: annetteshuts.com Voglio mostrarvi le immagini che hanno maggiormente carpito la mia attenzione. Ora so che è possibile sognare ad occhi aperti e non aggiungo altro... Enjoy!







Credits

Buon Mercoledì.


21 luglio 2014

Garden Decor: Un laghetto in costruzione.

Buongiorno e buon lunedì di pioggia!
Grrrrr che tempaccio, ma dov'è andata a finire l'estate!? Pioggia, grandine, vento... Forse siam passati direttamente dalla primavera all'autunno: Bah! Sono davvero irritata, in giardino abbiamo molte cose da fare e questo tempo non vuole assisterci, che rabbia! Oggi voglio mostrarvi qualche scatto rubato durante alcune fasi della realizzazione del laghetto per le nostre due tartarughine. Siamo partiti da qui...


Il laghetto è stato prima progettato su carta e poi, in base alle misure scelte, riportato sul terreno. Una volta delimitato il perimetro abbiamo iniziato a rimuovere la terra ( ok, ok Davide ha iniziato a rimuovere la terra! ^_* ). Terminata la buca, abbiamo messo uno strato di sabbia e poi sopra un bel telo nero resistente ( vi consiglio di utilizzare i teli che vengono usati per realizzare serre, costano meno dei teli specifici per laghetti e sono molto più resistenti ). Posizionata la pietra sull'argine, che non solo decora, ma ferma il telo e lo tiene ben tirato, l'acqua ha fatto il resto. Ho deciso, poi, di realizzare una staccionata e di posizionarla attorno a tutto il perimetro del nostro bel laghetto. Due mani di pittura bianca e di vernice protettiva ed il gioco è fatto. 

E' importante avere un impianto per il riciclo per l'acqua: filtrarla e pulirla è necessario. Un'altra cosa altrettanto importante è evitare il ristagno dell'acqua. Davide ha costruito una piccola cascatella utilizzando vecchie tegole: l'acqua attraverso il motore del filtro sale e dalla cascata torna nel laghetto.

Ph VIVRE SHABBY CHIC - All Rigths Reserved
Ora mancano le piante acquatiche ( la scelta ricadrà sicuramente sulle Ninfee ) e quelle da posizionare accanto alla staccionata ( Ortensia, Lavanda... ). Metterò anche qualche piccola pianta grassa fra le rocce attorno alla cascata. Devo trovare un modo per nascondere il tubo del filtro e probabilmente risolverò con una pianta che dal terreno si adagia sulla superficie dell'acqua.  Insomma il più è fatto, ora devo solo rifinire. Attendo, quindi, con ansia, il ritorno dell'estate per terminare... =_='

Speranzosa vi saluto e vi abbraccio!
A mercoledì.



18 luglio 2014

Lavandula Officinalis: curarla e riprodurla.

Buongiorno,
oggi parliamo di un argomento che mi sta tanto a cuore. Osservando le meravigliose immagini dei campi della Provenza, ove la Lavanda cresce rigogliosa, mi è venuta una gran voglia di piantarla in giardino. Non solo perché amo il suo colore ed il suo profumo, ma anche perché la Lavanda può essere utilizzata in mille modi diversi.


Vi riporto, in basso, quello che ho scoperto vagando online alla ricerca di informazioni utili per curare la Lavanda e riprodurla in casa.

Terreno: Se il suolo è troppo argilloso e l'acqua tende a ristagnare, la lavanda ne risente e molto. Ama i suoli calcarei e disdegna quelli acidi.

Talee: Per ottenere nuove piante a primavera o a fine estate si tagliano le cime dei rametti laterali non fioriferi, 10 cm circa di lunghezza, e si mettono a radicare in un vasetto con sabbia e torba. Le talee saranno pronte per essere trapiantate nella primavera successiva.

Impianto: Con l'arrivo della primavera possiamo trapiantare in giardino le piccole piante di lavanda acquistate o riprodotte da noi, avendo cura di lasciare 80 cm di spazio fra una pianta e l'altra, spazio che ridurremo a 40 cm se decidiamo di farne una siepe.

Concimazione ed annaffiature: La Lavanda non necessita di cure particolari, si può comunque concimare ( usando del semplice compost ) all'inizio della primavera. Si potrà quindi avere una fioritura rigogliosa usando qualche piccola accortezza ed annaffiando con regolarità. Le annaffiature successive all'impianto delle piccole piante dovranno essere giornaliere, ma quando la pianta sarà cresciuta si potrà diminuire la frequenza.


Potature: Le potature sono necessarie per mantenere giovane la pianta. Il primo anno dovrà subire una leggera potatura ( qualche cm al di sotto del fiore ). Gli anni successivi invece si dovrà potare in maniera più drastica all'inizio della primavera  ( febbraio - marzo ) per abbassarla ulteriormente ( tagliando i rami anche al di sotto della parte erbacea ) ed avere così un cespuglio sempre fiorito e ben fitto.

Raccolta: I fiori non vanno strappati, ma tagliati con delle cesoie se vogliamo conservarli ed essiccarli. Raccogliamo gli steli in mazzi, appendiamoli in ambienti asciutti e ben ventilati. Una volta essiccata, possiamo usare la Lavanda in mazzi per delle decorazioni floreali oppure possiamo raccogliere solo i semi profumati e metterli nei classici sacchetti in stoffa profuma biancheria.

Credits
Questo articolo è davvero molto interessante per chi non è un esperto di giardinaggio. Io l'ho trovato di grande utilità. Spero possa essere d'aiuto anche a voi, se come me, state progettando il giardino dei vostri sogni.

Felice e profumato Week End!
A lunedì!


Fonti: www.inorto.org

16 luglio 2014

Arredo e Decoro "Low Cost": Pedane in legno che diventano staccionata

Buongiorno Amiche,
oggi, su Vivre Shabby Chic, un nuovo appuntamento con la rubrica Arredo e Decoro " Low Cost ". Come sapete i lavori procedono sia all'interno che all'esterno della casa. Dopo il pollaio ( vedi QUI ) ed il laghetto per le tartarughe ( clicca QUI ), il prossimo step è togliere l'attuale recinzione fatta con paletti e rete e sostituirla con una bella staccionata di legno.


Ho fatto due conti in base ai metri di terreno da dover recintare; ho richiesto alcuni preventivi per il costo del legno ( ero comunque intenzionata a non acquistare la staccionata già pronta ) e la cifra che è uscita fuori non mi è piaciuta granché ;P. Così ho pensato che avrei risolto ( e risparmiato ) utilizzando delle semplici pedane.



Non è complicato costruire una staccionata. Ho cercato, per voi, su internet un'immagine che schematizza con assoluta semplicità il procedimento. Naturalmente c'è da fare del lavoro prima: schiodare le tavole delle varie pedane, tagliarle a misura, carteggiarle, assemblarle fissandole con chiodi o viti. Una volta terminata la messa in opera, la staccionata realizzata potrà essere pitturata del colore che preferite ( la mia sarà rigorosamente bianca ). Ultimo fondamentale passaggio, dovrete dare una o più  mani di vernice protettiva perché la vostra staccionata, ovviamente, resterà sempre all'esterno.


Noi la stiamo ultimando in questi giorni, purtroppo il maltempo ha rallentato un pò i lavori, ma pian piano riusciremo a terminare. L'idea è buona ed anche il risultato non è male; non sarà una staccionata perfetta perché è difficile trovare pedane di recupero con tavole identiche, ma vi dirò... Non mi dispiace l'imperfezione che c'è, anzi dona al mio giardino quel tocco "rustico" che tanto amo.

Credits

Dunque, ragazze, se avete bisogno di una bella staccionata rustica e volete risparmiare bei soldi, provate a realizzarla con le pedane in legno: resterete piacevolmente sorprese del risultato. ;)

Buon mercoledì di sole ( speriamo! ) a tutte voi.
Vi abbraccio.




P.S. Avete perso gli altri appuntamenti con la rubrica Arredo e Decoro "Low Cost"?
Cliccate QUI, QUI e QUI.

14 luglio 2014

Amazon: acquistare da casa con un semplice click.


Buongiorno Fanciulle,
una nuova settimana ha inizio e speriamo sia migliore di quella appena conclusa. Ma sì! Pensiamo positivo ;) Oggi voglio parlarvi di un sito che amo particolarmente: Amazon. Di che si tratta? Amazon è un sito per acquisti online, potete trovare di tutto: libri, abiti, scarpe, accessori per la casa... In questo periodo, sto facendo acquisti soprattutto per la cucina. Ho già preso un set di posate per 12 persone Villa D'Este, semplice ed allo stesso tempo elegante. Disponibile in diversi colori, io ero indecisa fra il bianco e l'avorio ( ma va? ;). Alla fine ho scelto il colore avorio. Curiose? Vi faccio vedere...


Che ne pensate? Giorni fa, avevo trovato anche un altro set ( più grazioso ), ma non l'ho acquistato subito e poi, sfortunata, quando mi son decisa non era più disponibile. Speriamo di riuscire non appena il prodotto sarà di nuovo online. 

Ovviamente ho una lista "Desideri" luuuuunghissima... ( come tutte le donne su questo pianeta, temo! ^_^ ). Brevemente vi dico che il mio prossimo acquisto sarà questo...


In cucina con Katie il libro di ricette della famosa Katie Quinn Davies ( clicca QUI per vedere il suo Blog ). Le immagini sono meravigliose, ho una gran voglia di provare qualche sua ricetta, che ne dite? E' o no un ottimo acquisto!? *_* 

Poi, vorrei comperare alcune alzatine porta torta con campana di vetro Clayre & Eef.

  

Non sono mai abbastanza in casa. Più ne ho e più ne vorrei! Le adoro, mi piace tenerle sul tavolo, in sala, con dentro un buon dolce fatto in casa.

Passando al reparto giardinaggio, l'acquisto imminente è questo...


Ricordate? Ve ne avevo parlato QUI. Ho già uno stampo di questo tipo, ma per pietre perfettamente identiche e rettangolari. Girovagando su Amazon ho trovato quest'altra tipologia di  stampo per ottenere pietre dalla forma irregolare ed ovviamente me ne sono innamorata. Guardate il risultato, non è forse straordinario!? *_* 

Per una ragazza giovane ( dentro ) come me... Eheheh ... Ebbene sì, nella mia lista Desideri c'è un altro bel paio di ... 
 


All Star - Converse ...E non finisce qui... ;P Insomma se avete del tempo a disposizione ed una ricaricabile a portata di mano, vi consiglio di fare un giro su Amazon. Ci sono cosine interessanti per tutti i gusti. Io l'ho scoperto da tempo e mi sono Amazonizzata, voi!?  ;) 

Buon Lunedì!

P.S. Speriamo che il tempo regga: non ne posso più di questa pioggia!!! 
Grrrr... 





11 luglio 2014

Un nuovo libro di ricette per la mia cucina.

Buongiorno,
ieri sera sono andata a letto con un pensiero. Ho acquistato pochi giorni fa, in saldo a poco meno di 10 euro, un nuovo libro di ricette. Sicuramente molte di voi lo conoscono; io avevo avuto modo di sfogliarlo nella libreria di Eataly ( Clicca QUI ) e subito era entrato nella mia lista desideri.


L'autrice è Sigrid Verbert la food blogger nota per il blog Cavoletto di Bruxelles. Insomma, tornando a noi, ieri sera sono andata a letto con un pensiero: fare i grissini! Ora questa idea mi gira per la testa da un bel pò. Online ho visto e letto molte ricette, ma nessuna mi convinceva molto. Non sono affatto brava in cucina, è un mio limite, che posso farci? E così leggo molto, mi informo, chiedo sempre a chi ne sa più di me, seguo non so più quanti blog di cucina: vorrei provare a migliorare, se possibile. E così, ho preso coraggio, ho acquistato tutti gli ingredienti ed ho sperimentato la ricetta della Verbert con una piccolissima variante... ( direte: "Pure!? - Non sa cucinare e mette mano alle ricette!? Roba da matti... ". Sì, ebbene sì, confesso: l'ho fatto! ) ... Al posto del prezzemolo ho preferito mettere il rosmarino e non ho messo le acciughe ( non mi piacciono proprio! ). In sintesi i miei sono dei semplicissimi grissini olio e rosmarino. ;)


Ingredienti:
250 g di farina - 150 g di acqua tiepida - 2 cucchiai di olio d'oliva - semola - 6 g di lievito di birra - 2 g di sale - una manciata di rosmarino - un pizzico di aglio tritato.

Procedimento:
Far sciogliere il lievito in metà acqua. Frullare il resto dell'acqua con il rosmarino e l'aglio. Mescolare la farina con il sale, aggiungere l'acqua con il lievito e l'olio. Iniziare ad impastare e aggiungere man mano il rosmarino frullato con acqua ed aglio. Impastare per 10 minuti. Infine, col mattarello,  stendere l'impasto in un rettangolo di 30x20 cm. Tagliarlo a metà nella lunghezza, spennellare i panetti con un poco di olio d'oliva e spolverarli con la semola. Coprire con della pellicola e lasciare lievitare per un'ora. Infine, scaldare il forno a 190 - 200°C, con un coltello staccare delle striscioline nella larghezza dei panetti, prendere le striscioline di pasta per le estremità e tirare gentilmente in modo da formare i grissini. Porli su una teglia rivestita di carta da forno e infornare per 5 - 10 minuti, finché i grissini non siano dorati. Per circa 50 piccoli grissini. ( Dal libro: Sigrid Verbert - Regali Golosi, ricette dolci e salate per tutto l'anno. Pag. 102 )


Insomma il primo tentativo è riuscito. Oddio non sono il massimo in fatto d'estetica, ma almeno sono commestibili ( li ha provati mia madre per prima ed è sopravvissuta: Santa Donna! ;)

Ph Vivre Shabby Chic - All Rights Reserved
Con questo mio piccolo esperimento in cucina vi saluto e vi auguro uno strepitoso fine settimana... Aaah, il libro merita, se non l'avete ancora fatto, compratelo è davvero carinissimo e sono certa che vi piacerà!

Un abbraccio, a lunedì!


9 luglio 2014

Un baule in camera da letto.

Lo so, amate i vecchi bauli. Più sono malconci e più vi piacciono, non lo negate! ;) Non posso biasimarvi... Li amo anch'io. Li amo particolarmente immaginando l'arredo della mia camera da letto. Ho deciso, infatti, che un bel baule avrà un posto di prestigio nella mia stanza.


Conterrà lenzuola, coperte e cuscini. L'interno sarà completamente rivestito con carta adesiva plastificata di un bel colore beige. Pratica, facile da pulire, ma allo stesso tempo elegante.


Ho iniziato a sistemarlo da qualche giorno: ho fatto un buon trattamento anti-tarlo ed il risultato è stato molto soddisfacente. I buchi che sono stati provocati dal tempo e dai tarli resteranno visibili; manterrò anche il colore che ha attualmente senza aggiungere decori particolari.


Sarà un baule semplice, ma, allo stesso tempo, renderà favolosa la stanza che lo ospiterà. Fra tutti gli ambienti che amo arredare, quelli che maggiormente prediligo sono la cucina e la camera da letto. Dopo un attento studio dell'arredo della camera, il vecchio baule troverà un posto d'onore ai piedi del mio letto. Presto vi farò vedere...

Credits

E voi? Avete già un baule in casa vostra? Se, sì... Dove lo avete posizionato? Raccontatemi...

Buon mercoledì!


P.S.
Chiedo venia, lunedì non sono riuscita a pubblicare.

In questi ultimi giorni, mi son capitate cose assurde...
Il primo caldo ha iniziato a mietere vittime e la follia dilaga!

So che comprenderete, siete sempre molto gentili con me ed io vi adoro anche per questo.
Un abbraccio stretto,
C.


4 luglio 2014

Un Picnic "easy chic".

Oggi parliamo di pranzi all'aperto. In questo periodo dell'anno può essere piacevole organizzare un'uscita fuori porta con gli amici, magari al fresco in montagna. E cosa può esserci di meglio di un Picnic ben organizzato!? Ultimamente, lo sapete, il mio chiodo fisso a tavola è seguire tutte le regole del Galateo ( Sei hai perso il post, clicca QUI ), e curare il place setting in ogni singolo dettaglio ( vedi QUI ), tuttavia stupire gli ospiti resta comunque la cosa che maggiormente amo. Un allestimento pratico e decorativo per un Picnic "easy chic" è quello che ci vuole, guardate un pò...

 

Che sia mare o campagna, poco importa... 


Ogni ambiente può essere decorato con semplicità ed eleganza. Queste immagini sono molto raffinate ed hanno quel tocco di romantico che a noi piace tanto, non è vero!? 


Questa idea, poi, è simpaticissima, confessate: anche voi vorreste mangiare su di un bel furgone vintage, eh?! ^_*


Tornando ad una soluzione più classica, quest'ultima immagine forse racchiude meglio la mia idea di pranzo all'aperto. Alzi la mano chi vorrebbe essere lì! Io, io... IO! Eheh... 

Credits


Passate un fine settimana sereno, felice... 
E magari organizzate un bel Picnic ^_^ assieme alle persone che amate.
Vi abbraccio forte, a lunedì.



2 luglio 2014

Un pollaio handmade: piccolo, semplice e "chic".

Buongiorno e ben trovate!
Oggi vi porto nel meraviglioso mondo delle galline. So cosa state pensando e no... Non sono impazzita. Nella progettazione degli spazi all'esterno, più esattamente in giardino, rientra anche l'idea di realizzare un pollaio. Ovviamente il pollaio di un'anima Shabby non potrà essere un semplice pollaio. Ho deciso di acquistare 3 galline, 3. Per quale motivo? Solo per avere uova fresche tutti i giorni e soprattutto genuine. Quindi il pollaio che abbiamo realizzato, assieme al mio fidato braccio destro ( Mr. Davide ^_* ), è di piccole dimensioni, ma certamente curato nei minimi dettagli.


La casetta è rialzata; le galline, così, hanno maggior spazio per passeggiare nel loro giardinetto. Potranno, quindi, avere una zona per ripararsi dal sole ( o dalla pioggia ) e, poi, senza problemi potranno uscire ed avere dell'erbetta fresca da beccare.


Il legno che abbiamo utilizzando è tutto completamente di recupero. Le uniche cose acquistate sono viti, rete e cerniere. Sì, cerniere. Abbiamo realizzato due sportelli per poter aprire la zona al chiuso e quindi pulire con estrema facilità. Inoltre, la struttura così ideata permette di raccogliere le uova direttamente dal cassetto esterno.


Non so se avete notato finestre e davanzali... ^___^ Ho pensato che fosse un'idea carina poter mettere dei vasetti con fiori colorati, così da rendere il pollaio una vera e propria casetta in legno da giardino.


Ed è anche molto semplice da spostare. Che ne dite? Vi piace? Io l'adoro... E credo che anche loro siano molto soddisfatte...

PH Vivre Shabby Chic - All Rights Reserved
In casa Vivre Shabby Chic si lavora sia all'interno che all'esterno. Prossimo progetto in giardino ( al quale stiamo già lavorando ) è un delizioso laghetto per pesci e tartarughe... Restate sintonizzate.

Felice giornata a voi tutte.
A venerdì!