2 agosto 2017

Giardino: realizzare un'aiuola, suggerimenti e consigli.

Rendere accogliente la nostra casa non significa curare soltanto l'arredamento. Anche l'aspetto dell'esterno deve essere curato e perché no, se vogliamo, ricercato. Spesso mi sono incantata ad osservare alcune immagini dei cortili e dei giardini delle vecchie case di campagna francesi dove in ogni angolo potevi scovare un piccolo paradiso. La ghiaia sul terreno, vasi di cotto ovunque, secchi di latta con accenni di ruggine ed aiuole tutt'intorno a delimitare lo spazio verde dalle aree allestite per i pranzi e le cene all'aperto. Oggi vi mostro come ho realizzato alcune aiuole nel mio giardino. Se volete provare anche voi, vi lascio in basso, al termine del post, la lista dei materiali che ho utilizzato.


La prima cosa che ho fatto è stata ripulire il terreno da tutte le erbacce. Avevo intenzione di trapiantare nell'aiuola le mie piantine di lavanda utilizzando le talee realizzate più di un anno fa. Non appena terminato di mettere a dimora le piante nel terreno, ho utilizzato un telo da pacciamatura per ricoprire l'intera area circostante. Tutto questo per impedire la crescita di erbe infestanti. Sono stata attenta a lasciare, attorno ad ogni pianta di lavanda, lo spazio necessario affinché l'acqua filtrasse senza difficoltà.


Ho definito la mia aiuola con delle rocce di cava di media grandezza ed ho ricoperto l'intera area con breccia fine di colore bianco. Questo tipo di breccia è facilmente reperibile in quasi tutti i magazzini edili e solitamente viene utilizzata per manufatti cementizi. Infine ho utilizzato rocce di piccole dimensioni e pezzi di vasi in cotto ( che sbadatamente ho rotto durante qualche lavoro in giardino, ma che non ho mai buttato! ;) posizionandoli a caso all'interno dell'aiuola per puro scopo estetico e di abbellimento.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti sono riservati

E' stato un lavoro di facile realizzazione, utile  e di grande soddisfazione. Se desiderare realizzare anche voi un'aiuola simile alla mia, ecco la lista dei materiali utilizzati:

- Piante di lavanda,
- Telo da pacciamatura, tessuto non tessuto
- Rocce di piccola e media grandezza
- Breccia edilizia
- Vecchi vasi di cotto


Buon lavoro!

29 luglio 2017

Casa: piastrelle marocchine che passione!

La scelta della pavimentazione è una fase molto importante per la definizione dell'ambiente abitativo. Oltre alla funzione principale di spianamento e supporto si sono aggiunte, al pavimento, altre funzioni che vanno, ad esempio, dall'isolamento termoacustico sino al completamento ed arricchimento degli ambienti. Per quanto riguarda l'arredamento, l'ampia scelta di materiali e di sistemi di posa hanno permesso la sperimentazione e l'utilizzo di nuovi abbinamenti con differenti materiali: ceramica e legno, resina e pietra, vetro e battuto di cemento. Il concetto stesso di battiscopa talvolta pare superato soprattutto dove la pavimentazione risale lungo la parete fino a definirla ed uniformarla con il pavimento stesso. Nel post di oggi vorrei mostrarvi alcuni ambienti con pavimentazioni e rivestimenti murali dal fascino irresistibile.


Come avrete intuito dal titolo, si tratta di rivestimenti con piastrelle marocchine. Le loro forme geometriche ed i loro colori brillanti donano un carattere ed un'eleganza così unica e particolare che è davvero difficile resistere alla tentazione di metter mano ai nostri pavimenti e rivoluzionare tutto. Centri di produzione di piastrelle con queste caratteristiche ne abbiamo anche in Europa; sono le famose "Azulejos", termine spagnolo utilizzato per indicare piastrelle di terracotta maiolicata per lo più di forma quadrata o rettangolare, ma è possibile reperirne anche in forma esagonale ed ottagonale.


E' già da qualche tempo che mi ritrovo a girovagare su internet alla ricerca di questa tipologia di piastrelle. Ed ogni volta è un dramma! Se dovessi decidere in tempi brevissimi avrei davvero molta difficoltà: sono così belle che è un'impresa ardua fare una scelta. A volte mi convinco, ad esempio, che il formato quadrato con tonalità più neutre sia la soluzione migliore, poi mi imbatto in immagini con ambienti decorati usando maioliche esagonali dai colori più accesi e decisi e subito riconsidero la mia idea iniziale. Per non parlare poi del fatto che dovrei mettere di nuovo sottosopra alcuni ambienti di casa! Togliere magari un rivestimento a parete già esistente e quindi sostituirlo. Panico. Anche se a dire il vero, proprio l'altro giorno sono capitata su di un sito molto interessante ed ho trovato una soluzione rapida ed indolore. Il sito in questione è LionsHome. Non so se voi lo avete presente. E' una piattaforma online di arredamento e lifestyle, ma anche un motore di ricerca che raggruppa i più importanti negozi e portali di arredamento comparando offerte e rispondendo ad ogni tipo di esigenza dell'utente. Su questo sito, come vi dicevo, ho trovato un'idea alternativa ai lavori di muratura che dovrei affrontare se decidessi di sostituire le maioliche che ho già in casa: adesivi per piastrelle! E' possibile trovare questi adesivi con lo stesso design delle piastrelle marocchine e devo dire che non sono affatto male. 

Adesivi facili da applicare, impermeabili e molto resistenti, sono realizzati in vinile adesivo pretagliato, e quindi subito pronti per l'utilizzo. Con un'alta adesività, per i rivestimenti a parete sono davvero una soluzione ottimale e di grande impatto. E' possibile trovarne di diversi formati e con tantissime varianti nello stile e nel colore: mosaici, decori vintage o anche motivi più classici. Il fatto che siano utilizzati in cucina ed in bagno mi rassicura sulla loro resistenza ed impermeabilità. Sicuramente la superficie sulla quale andremo ad applicarli deve essere pulita, liscia ed uniforme per permettere un'ottima adesione. Potrebbe essere interessante utilizzarli anche all'interno di un mobile di una cassettiera. Infatti, questo genere di adesivi possono essere applicati su superfici differenti come il legno, la plastica, la ceramica ed il vetro. Più ci rifletto e più mi piace l'idea. Inoltre, essendo adesivi, possiamo rimuoverli e sostituirli con altri avendo così la possibilità di rinnovare spesso alcuni ambienti della nostra casa. Che dire? Assolutamente da provare!





2 giugno 2017

Casa: un nuovo tavolo per la sala.

In questo periodo sono stati molti i cambiamenti che ho apportato in casa ed in giardino. Ogni giorno c'è una nuova idea, un nuovo progetto. Intendiamoci, non si tratta sempre di grandi progetti a lungo termine; anzi, spesso soprattutto in casa, si tratta di sostituire un mobile o semplicemente una lampada. Ed è quello che ho fatto in sala. Anche se ultimamente sto pubblicando poco, qui sul blog o sulla pagina Facebook, sono invece relativamente attiva su Instagram. Le più attente di voi avranno notato che, in qualche foto, spunta un nuovo tavolo.


Completamente diverso dal tavolo che avevo prima ( potete vederlo cliccando QUI ) ho scelto per la mia sala un tavolo dalle forme delicate, di dimensioni ridotte, ma comunque adatto all'ambiente seppur di colore scuro. Il vecchio tavolo era nato originariamente per il mio laboratorio, solo in un secondo tempo ho considerato l'idea di posizionarlo in casa. Oggi, però, ho deciso di trovare per lui uno spazio dove potesse essermi davvero utile. Per le grandi di mensioni che ha sarà perfetto all'interno dello Store, nella sala corsi.


Tornando al discorso del nuovo tavolo in casa, non è stato affatto semplice trovare quello giusto. Ho vagato per mercatini per molto tempo senza alcun esito finchè un bel giorno l'ho visto ed è stato subito colpo di fulmine. Era malconcio, una gamba di rimettere a nuovo ed un urgentissimo trattamento antitarlo da fare. Dopo il lavoro è tornato come nuovo ed ora eccolo qua... In tutto il suo splendore. Che ve ne pare?

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati

Buona giornata!
A presto.



6 marzo 2017

DIY: Cambiare colore ad uno sgabello di pelle.

Ogni singolo arredo della mia workroom è stato scelto con attenzione e cura. Come se ogni pezzo dovesse assemblarsi con gli altri e creare, così, un grande puzzle perfetto. Girovagando per mercatini, ho avuto la fortuna di trovare uno sgabello industrial style meraviglioso. L'unica pecca era il colore. La seduta e la spalliera, entrambe di pelle, erano di un blu notte che non mi convinceva affatto. Ma come potevo lasciarlo lì? Ed infatti, proprio non potevo! Così l'ho portato a casa con me. Per giorni, l'ho osservato riflettendo. Alla fine mi sono convinta ed ho provato a tingere la pelle. Il risultato è stato davvero incredibile. Se anche voi avete una poltrona oppure una sedia di pelle e siete stanche del loro colore questo tutorial può sicuramente tornarvi utile. Avrete bisogno di: Pittura acrilica per tessuti e pellame, stracci di cotone " usa e getta" ed un bel paio di guanti.


La prima cosa che ho fatto è stato pulirlo minuziosamente con panno umido; dopo aver asciugato bene la superficie ho indossato i guanti ed ho iniziato a tingerlo con la pittura applicata su uno straccio. Io ho utilizzato un tipo di pittura molto densa, quindi mi sono limitata a massaggiare la pelle con il cotone; man mano la pittura ha iniziato ad aderire coprendo il colore sottostante. Ho ripetuto l'applicazione per ben due volte. Una cosa che ho subito notato è stato il tempo di asciugatura: in pochi minuti l'intera superficie era completamente asciutta.


L'ho lasciato asciugare per un'intera notte prima di utilizzarlo, ma solo perchè sono testarda e non volevo assolutamente rovinarlo. Ora che lo osservo, all'interno del mio angolo di lavoro, sono proprio soddisfatta. Era destinato a me, ne sono certa. Ed era anche destinato ad un radicale cambiamento di colore! ;)

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti sono riservati

Buon inizio di settimana.
A presto!


Se ti fa piacere, seguimi anche su INSTAGRAM ( mi trovi digitando vivreshabbychic ) e FACEBOOK ( clicca QUI )



18 gennaio 2017

Il mio Store: prime foto.

...Lo so, avrei dovuto pubblicare prima tutte le foto dei lavori in corso presso il mio Store. Probabilmente un bel reportage, step by step, di ogni singolo lavoro iniziato e finito sarebbe stato interessante da vedere, condividere e commentare assieme. Il problema, però, è che non sono riuscita  a stare dietro a tutto: seguire i lavori, realizzarne personalmente alcuni, lavorare su commissione, ecc ecc... Le mie giornate sono state lunghe e faticose. La sera ero stremata. Non avevo voglia di accedere ai social neppure tramite cellulare: figurarsi pubblicare post! E' stato un periodo intenso e duro. So che chi lavora tanto ( tanto è un eufemismo però, eh!?), come è capitato a me in quest'ultimo anno e mezzo ( quasi due ), mi può capire. Comunque qualche scatto ( uno o due al massimo ;) l'ho fatto durante i lavori. Ho giocato con la fotografia in bianco e nero per due motivi principalmente. Il primo: alcune zone erano talmente caotiche che solo una foto in bianco e nero poteva donare, al soggetto, quell'aria poetica ed un pò vintage che mi piace tanto. ( Detto in parole semplici: il bianco e nero rende chic anche il disordine! ); il secondo, vorrei mostrarvi i lavori ultimati dal vivo ;)

Ho ricevuto, in questo lungo periodo di assenza dal web, tante email e messaggi da persone che mi seguono da tempo, con domande del tipo: "Quanto manca all'apertura dello Store?"- " Lo Store è già aperto al pubblico?" - "Mi piacerebbe acquistare i tuoi lavori di persona, posso passare da te anche se lo store è ancora work in progress?"-  Ecc, ecc... Bè, ci siamo quasi! ...Voglio davvero ringraziarvi per tutto questo affetto e sostegno: ne ho avuto ( e ne ho tutt'oggi ) un gran bisogno davvero. Grazie, grazie, mille volte grazie!

E così ho deciso di mostrarvi ora, qui sul blog, qualche foto. Le prossime le pubblicherò sul mio profilo Instagram ( cercami digitando vivreshabbychic ) e sulla mia Pagina Facebook ( clicca QUI per visualizzarla ).

Quando abbiamo iniziato c'era solo un terreno incolto. Piano piano, con il passare del tempo è spuntato fuori uno stabile di quasi 100mq. Abbiamo seguito i lavori, fin dall'inizio, con pazienza  ed attenzione. Molti li abbiamo realizzati noi personalmente ( troppi direi! ;). Non riesco ad andare in ordine nell'elenco di tutto quello che abbiamo fatto. Uhm... Da dove partire? Vediamo, uno fra tutti, e ve ne ho già parlato QUI, è stato il rivestimento in pietra di ben tre facciate esterne dello stabile.


E' stato un lavoro faticoso, ma il risultato finale ha ripagato ogni sforzo ( fisico e mentale ;). Scegliere le pietre della giusta forma e dimensione, fissarle alla parete e poi stuccarle: fatto! ;)

Le rifiniture sono quelle che portano via tantissimo tempo: trovare il materiale giusto, fare una prova ( sono una perfezionista maniaca ;), superata la prova, iniziare il lavoro e ( se tutto va per il verso giusto ) riuscire a terminarlo! Così è stato anche per il rivestimento del sottotetto esterno di tutto l'edificio, realizzato con perline e finte travi in legno. Un lavoro certosino, di precisione, assai lento. Nella foto, che segue, si vede bene anche il rivestimento fatto, attorno alle finestre, utilizzando mattonelle in travertino. Posizionare, incollare, stuccare: fatto! ;)


Sarò buona, oggi voglio darvi anche un piccola anticipazione dell'interno. ;) La prossima foto è stata scattata dopo aver pitturato le pareti di nero e prima di aver iniziato a realizzare la boiserie. Ed è uno scorcio del mio angolo di lavoro, la mia workroom, all'interno dello store. L'adoro... ^_^

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati


Per ora è tutto. Se siete curiose di vedere altre foto, 
non perdete i miei prossimi post su Instagram e Facebook
Vi aspetto...


A presto! ;)






25 dicembre 2016

Natale 2016.



ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati



Auguri di Buon Natale...
...Che sia Sereno e Felice per Voi tutti.
Un abbraccio,
Carla.





16 dicembre 2016

Nuovi prodotti firmati Vintage Paint.

Ciao ragazze, come state? Oggi torno a parlare di Vintage Paint e di alcuni nuovi prodotti. Tempo fa vi avevo accennato alla bellissima collaborazione di Vivre Shabby Chic con questa azienda - potete leggere il post dedicato cliccando QUI - ed alla possibilità di acquistare i loro prodotti anche nel mio Store. Bene, oggi voglio presentarvi le ultime novità messi in commercio che io, personalmente, reputo straordinarie.


Vi presento, in prima battuta, le due nuove cere: Cera Decorativa Perla e Cera Decorativa Bronzo (...quest'ultima è di un colore oro intenso tendente al bronzo, perfetta per le finiture in stile Brocante). Sono cere che nascono per donare ai nostri restyling quel gusto retrò che tanto amiamo, non sono totalmente coprenti e proprio questa caratteristica ci consente di utilizzarle per creare patine o per mettere in rilievo ed enfatizzare alcuni dettagli dei nostri mobili. Parliamo di prodotti 100% naturali che possono, inoltre, essere mescolati fra loro per creare nuove tonalità in base ai nostri gusti ed alle nostre esigenze.

Altro prodotto eccezionale è la vernice color Oro effetto metallo. Chi di noi, soprattutto in questo periodo, non ama dare un tocco di colore audace e prezioso in casa? Io stessa, nel mio Store, sto utilizzando moltissimo il color oro per unire allo stile shabby lo stile industriale, più moderno ed essenziale. Questo tipo di pittura è disponibile anche nei colori Argento e Bronzo


Conosciamo bene la Vintage Paint come una pittura molto coprente e ad alta aderenza su ogni tipo di superficie. A volte, però, mi sono imbattuta in materiali impossibili! Ad esempio, quel legno che magari è stato trattato più volte, in precedenti lavorazioni, con solventi o altre sostanze chimiche. Queste ultime non consentono, per ovvi motivi, una facile stesura della vernice. Bene, con una sola passata di Primer Vintage Paint , prima della pittura, ho risolto questo tipo di problemi.

ph VIVRE SHABBY CHIC - Tutti i diritti riservati
Una bellissima sorpresa è stata ricevere l'Agenda 2017. Me ne sono subito innamorata: all'interno, tra le altre cose, ci sono anche tante bellissime immagini di ispirazione nordica. La Jeanne d'Arc Living è un'azienda straordinaria in continua evoluzione. Nuovi prodotti e tantissime altre novità sono in arrivo con l'anno nuovo. Se siete curiose e volte saperne di più, seguitemi sulla mia pagina Facebook ( clicca QUI )!


Intanto, in basso, vi lascio tutti i riferimenti.

11 ottobre 2016

Wonderful Doors - Porte meravigliose

Il post di oggi nasce da un'idea Farrow & Ball. Ho ricevuto come sempre una loro interessante newsletter e fra gli articoli messi in evidenza ce n'era uno, in particolare, che conteneva una selezione di porte d'ingresso - trattate con le loro fantastiche pitture ovviamente. E così ho iniziato a curiosare online per creare la mia raccolta personale di "Wonderful Doors". Voglio condividere con voi alcune immagini della mia selezione.


La tonalità delicata del colore della porta sposa bene l'oro delle batacchio, del numero, della maniglia e della cassetta per imbucare le lettere. Molto interessante anche l'idea di inserire, in alto, un lucernario per dare movimento all'intera struttura che altrimenti sarebbe statica e monotona. Con il rivestimento in mattoncini della facciata, la scelta di un colore pastello fa risaltare l'ingresso e lo impreziosisce.


Colori vivaci, accesi, decori e vetri. Ho un debole per le porte con le vetrate, questa poi ha una forma così particolare che riporta alla mente le vecchie case di campagna. Sembra che sia una porta malconcia, trasandata invece è tutto studiato: le tende che sono un chiaro richiamo alla pittura della facciata, la ghirlanda con i fiori dello stesso colore della porta. Nulla è lasciato al caso. Deliziosa.


ph from Pinterest
Questa è una delle mie preferite in assoluto. Sarà perché questo verde sbiadito s'intona perfettamente con il tripudio di fioriture tutto attorno. Sarà perché la combinazione legno e ferro battuto è un binomio che adoro ovunque; dentro casa, ma anche fuori.

Io credo che la porta d'ingresso sia, per la nostra casa, come un biglietto da visita per un professionista. Deve essere accattivante, bellissima. Perfettamente in tono con l'arredamento interno dell'abitazione stessa oltre che ben armonizzata con la facciata esterna. Non sembra, ma l'ingresso è la prima cosa che i nostri ospiti vedranno, pertanto, dobbiamo ponderare bene e riflettere sulla prima impressione che vogliamo dare. ;)




7 ottobre 2016

The English Chesterfield Co, gli originali divani inglesi.

Oggi voglio parlarvi di un brand famoso e, passatemi il termine, chiccosissimo: The English Chersterfield Co. Una nuova ed importante collaborazione per Vivre Shabby Chic ed io ne sono davvero felice! Sono certa che molte di voi già sanno di cosa sto parlando, ma per chi ancora non ha avuto la fortuna di conoscere questo marchio, con il post di oggi può rimediare.


The English Chesterfield co. è uno storico e rinomato brand inglese di divani in pelle chesterfield con distribuzione in tutto il mondo. Negli ultimi anni, grazie all'enorme richiesta, l'azienda inglese è presente anche in Italia. Parliamo di divani realizzati artigianalmente in Inghilterra e la English Chesterfield co. offre, proprio per questo, la possibilità di scegliere un divano che può essere personalizzato completamente. Come? Semplice. Oltre alla vasta gamma di modelli disponibili - divani, poltrone, divani letto - il cliente può indicare le misure, scegliere la tipologia di pellame, il colore, le varie rifiniture comprando così un sofà adatto a soddisfare ogni sua esigenza.


Inoltre, acquistare è semplice: una volta scelto il divano ed effettuato l'ordine, non dovrete pensare più a nulla.Vi verrà spedito a casa, viaggiando assicurato ed imballato per trasporto internazionale, direttamente dal Regno Unito.






ph THE ENGLISH CHESTERFIELD CO. - Tutti i diritti riservati
Oltre alle bellissime foto che vi ho mostrato, voglio lasciarvi in basso, anche un video molto interessate. Per qualche minuto potrete entrare nel fantastico mondo dell'azienda artigiana e vedere con i vostri occhi come nasce un divano firmato The English Chesterfield Co.



Per maggiori informazioni, per vedere tutti i modelli di divani e poltrone disponibili o per effettuare un ordine, scrivete una email a vivreshabbychic@libero.it 






4 ottobre 2016

Tempo di Ghirlande

Siamo già in autunno. L'estate è volata senza che io me ne sia minimamente accorta. E' proprio vero: "la vita è ciò che ti accade mentre sei preso a fare altro". Dovrei ricordarmene più spesso. E forse questo post serve proprio da promemoria. In questo periodo, decorare casa è davvero piacevole. Basta fare una passeggiata in campagna, o nel bosco più vicino a casa nostra, per trovare ispirazioni e materiali. Anche il giardino può donarci materiali utili e facili da utilizzare. Io, ad esempio, ho usato i fiori dell'ortensia.


Vi mostro la ghirlanda che ho realizzato ed appeso sul mio bel caminetto.


Sono stata fortunata perché i fiori d'ortensia che avevo in giardino hanno una tonalità perfetta per i decori autunnali... Provate anche voi, uscite a recuperare rami, bacche, foglie e provate a realizzare una ghirlanda. Basta davvero poco, a volte, per impreziosire un angolo della nostra casa.


P.S. Se, invece, volete vedere il centrotavola che ho realizzato lo scorso anno per decorare la casa in Autunno, cliccate QUI.